Emotional Mapping of Museum Augmented Places

Manipolazioni virtuali della realtà, gesti, forme, superfici vive con realtà aumentata e virtuale

Corpi bloccati in parallelepipedi, per sbloccarli un’app di realtà aumentata: Blocked content, Padiglione Russia

recycle group – blocked content

Il collettivo Recycle Group presenta all’interno del Padiglione Russo, per la 57° Biennale di Venezia, una serie di corpi intrappolati in costruzioni poliedriche per far riflettere il visitatore sull’intelligenza artificiale e sulla sua facoltà di stabilire i nuovi standard etici della razza umana. Sui social e nella rete sono gli algoritmi a individuare utenti e contenuti offensivi, bloccando a “spammer” e malintenzionati l’accesso al mondo virtuale. Per sbloccare l’utente dal mancato accesso al virtuale, i visitatori interagiscono con tablet e smartphone, liberando corpi maschili e femminile fluttuanti accanto ai blocchi delle sculture. La liberazione avviene attraverso un’applicazione di Realtà aumentata costruita ad hoc.

Blocked content rappresenta un’interessante iconografia post-umana offerta e messa letteralmente nelle mani del visitatore, sicuramente un modo per vivere pienamente l’opera e l’idea di intelligenza artificiale che il collettivo vuole trasmettere. Nonché un’interessante ricerca artistica e tecnologica che ancora stenta a emergere nel mondo dell’arte contemporanea.

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: