Emotional Mapping of Museum Augmented Places

Manipolazioni virtuali della realtà, gesti, forme, superfici vive con realtà aumentata e virtuale

Intervista ai Disinformatici sulla realtà aumentata a L’Aquila

Il 30 giugno 2012 è stato aperto il percorso di “Poesia di strada in realtà aumentata”. Si tratta di una mostra d’arte contemporanea, in “realtà aumentata”, ideata e curata da Giuliana Guazzaroni e visibile lungo un percorso che si snoda lungo le vie transitabili dell’Aquila. Le installazioni artistiche in “realtà aumentata” sono state predisposte in luoghi particolarmente espressivi, in modo da far permanere le opere in memoria, un arricchimento della percezione umana, attraverso informazioni o mezzi elettronici che superano la percezione dei cinque sensi. Le opere si possono visualizzare attraverso la fotocamera di dispositivi multimediali di ultima generazione (smartphone, i-phone ecc.), scaricando un’applicazione gratuita specifica (“Layar”). La scelta dell’Aquila come sede della mostra non è assolutamente casuale. Essa vuole rappresentare una vera e propria “scossa per la società”; muovendosi così in zone ancora spezzate dal sisma, si suggeriscono nuovi scenari comunicativi. Anche la tappa aquilana dell’esposizione (come in precedenza era già accaduto per quella maceratese) si è guadagnata la menzione del noto scrittore statunitense di fantascienza Bruce Sterling che l’ha presentata nella rivista Wired USA.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on 2 February 2013 by in Augmented reality, Realtà Aumentata and tagged , , , .
%d bloggers like this: